torna alla Home Page
torna alla sezione "Televisione"

| Cibo e bevande | Cinema | Giochi | Libri, fumetti e riviste | Musica, hi-fi e strumenti |
| Pubblicità | Radio | Sport | Televisione | Trasporti | Varie | Links |

torna alla sezione "Televisione"
Televisione
torna alla sezione "Televisione"

torna all'indice delle schede di Guimug
i cartoni visti da Guimug
torna all'indice delle schede di Guimug

 

Anime vari (3a parte)

- E' Quasi Magia Johnny (+ mp3)


inizio pagina

E' Quasi Magia Johnny (Kimagure Orange Road)
( scarica l'mp3 della sigla di "E' Quasi Magia Johnny")

Se ad un cartone animato si potesse assegnare l’oscar per la maggior parte di tagli e rimaneggiamenti immotivati “Kimagure Orange Road” (KOR da qui in avanti) vincerebbe di sicuro senza rivali; da quando è passato fra le mani degli adattatori italiani la storia di Johnny e Sabrina è stata riscritta, svuotata di contenuti, privata delle musiche originali e pesantemente tagliata in varie scene fino alla completa soppressione di due interi episodi.
Abbiamo già visto in un altro cartone (Georgie, n.d.r.) un analogo comportamento ma almeno lì una motivazione logica la si poteva trovare, erano presenti infatti scene di nudo esplicite e situazioni scabrose di non facilissima comprensione da parte di un pubblico di bambini; nel caso di KOR invece la cosa appare del tutto immotivata!!
Tutta la vicenda infatti si svolge in un ambiente scolastico normale, fra ragazzi adolescenti che hanno l’unica colpa di parlare ed agire come normali sedicenni, con il loro linguaggio (pulito!! A differenza del manga nell’anime non c’è manco una parolaccia), con le loro gioie e le loro paure, nonché i loro turbamenti nello scoprire nuovi sentimenti.
Non si capisce perché la forbice censoria della TV italiana si abbatta così pesantemente a riscrivere i dialoghi in modo da far apparire i personaggi come decerebrati, a stravolgere il senso di interi episodi accorciandoli ed inserendo ripetizioni di scene tanto che spesso non si riesce a trovare un filo logico della narrazione, ad eliminare (e qui raggiungiamo l’apice) qualsiasi riferimento al Giappone sostituendo i nomi originali con altri italiani, le canzoni in giapponese con brani strumentali o addirittura con frames della sigla italiana fino alla cancellazione delle feste originali nipponiche sostituite con altre italiane (che in giappone non sono conosciute) od addirittura inventate, cosa che a mio parere rappresenta un insulto alla cultura di quel paese.
Peccato perché la vicenda è una bellissima storia di amori studenteschi con tutte le ansie e le gioie tipiche dei ragazzi in cui è facilissimo riconoscersi per situazìoni di vita vissuta.
Questa infatti è la vera forza di KOR e del suo autore Izumi Matsumoto, averci dato un prodotto in cui tutti noi possiamo ritrovarci per aver vissuto sulla nostra pelle quelle stesse emozioni, i suprpoteri del protagonista non sono molto importanti ai fini della narrazione e vengono utilizzati di solito come escamotage per creare degli effetti particolari o per rendere più comiche alcune situazioni.

Ma mi sono dilungato troppo, veniamo alla storia vera e propria:

in un liceo della periferia di Tokyo in una mattina d’autunno arriva un nuovo studente di nome Johnny; all’apparenza sembra solo un ragazzo timido ed impacciato ma quello che gli altri non sanno è che lui come le sue sorelle (Simona e Manuela) provengono da una famiglia di esper e quindi possiedono poteri paranormali quali telecinesi, telepatia……..
Appena arrivato a scuola fa subito la conoscenza di due ragazze estremamente diverse fra loro, l’esuberante Tinetta e la riflessiva Sabrina.
Da questo incontro nascono due amori in quanto Tinetta, più giovane di Johnny e Sabrina di un paio d’anni, si innamora subito del ragazzo mentre Sabrina, che nonostante abbia sedici anni figura essere molto più matura della sua età, ci metterà molto di più a prendere coscienza dei propri sentimenti combattuta com’è fra la voglia di cedere ad un amore e la profonda lealtà verso Tinetta che la considera la sua migliore amica.
Da parte sua Johnny si trova conteso fra queste due ragazze e non riesce a decidere da quale parte stare; indeciso se scegliere l’una o l’altra si ritrova spesso in situazioni paradossali che l’utilizzo dei poteri come strumento di risoluzione non fa altro che peggiorare le cose.
Se a questo aggiungiamo un padre vedovo ed apprensivo, continuamente terrorizzato dall’idea che i ragazzi facciano scoprire i loro poteri e quindi la famiglia sia costretta a trasferirsi per l’ennesima volta, una coppia di nonni intraprendenti anche se un po’ sbadati e due amici scioccherelli ed un po’ maniaci capirete che per Johnny la vita non è certo tutta rose e fiori.
Si arriva quindi fra episodi spassosi e momenti di riflessione alla fine della serie dove, complice un viaggio nel tempo, finalmente Johnny riesce a capire di chi è veramente innamorato e, proprio alla fine dell’ultimo episodio, da il suo primo bacio a Sabrina.
“Happy end” direte voi…..neanche per sogno, perchè la storia non è finita così, ma continua in due lungometraggi dal titolo “Una difficile scelta” (“Ano hi ni kaeritai - Voglio tornare a quel giorno) e “Un estate fantastica” (Shin KOR, ano natsu no ajimari - Nuovo KOR, poi l’inizio di quella estate) dove la vicenda trova la sua conclusione definitiva.
Nel primo la presa di coscienza del proprio sentimento da parte di Johnny e Sabrina esploderà in uno scontro con Tinetta rompendo definitivamente gli equilibri che legavano il trio mentre nel secondo incontriamo i nostri personaggi qualche anno più tardi in una vicenda che li vedrà ancora una volta scontrarsi con le loro coscienze e che terminerà finalmente con la consacrazione “rata et consumata” dell’amore fra Johnny e Sabrina.

Vediamo ora i personaggi uno alla volta con i loro nomi originali.

Johnny (Kyosuke Ksauga): è il protagonista della serie, proveniente da una famiglia di esper è il classico sedicenne mediocre ed eterno indeciso, non eccelle negli sport né negli studi ma l’incontro con le due ragazze saprà farlo maturare, anche se a prezzo di notevoli disavventure.

 

Sabrina (Madoka Ayukawa): bella ragazza dai lunghi capelli ala di corvo all’inizio si presenta come una misantropa teppista, dedita a risse e litigi con le bande di quartiere; in realtà si capirà che questo atteggiamento deriva da un’infanzia vissuta quasi sempre in solitudine visto che i genitori, celebri musicisti, sono spesso in viaggio.
L’incontro con Kyosuke/Johnny saprà smussare la durezza del suo carattere rendendola dolce ed addirittura scoprendo i suoi lati più fragili.

 

Tinetta (Hikaru Hiyama): seconda co-protagonista della serie è più giovane di Kyosuke e Madoka di circa due anni ed è la tipica ragazzina tutto pepe ed ingenuità che tutti quanti abbiamo conosciuto nei nostri trascorsi scolastici.
Si infiamma di una passione sfrenata per Johnny/Kyosuke e per questo non esita a lanciarsi nelle situazioni più disparate nel, quasi sempre vano, tentativo di essere notata da lui.
Nel primo lungometraggio sarà costretta a crescere di botto dalla decisione repentina del ragazzo di dichiarare il suo amore a Sabrina/Madoka, decisione che lui le comunica in maniera brusca ma sincera in una delle scene più belle di tutto l’anime.

 

Simona e Manuela (Kurumi/Manami Kasuga): sono le sorelle gemelle di Johnny e rappresentano una versione domestica di Sabrina e Tinetta infatti tanto è avventata e sbadata Simona così è saggia ed avveduta Manuela al punto che è lei quella che si occupa della casa al posto della madre deceduta.

 

 

Serghiei (Takashi Kasuga): è il padre di Johnny e delle sue sorelle, di professione fotografo è spesso fuori casa per lunghi periodi e questo aiuta Johnny a caciarsi in molte delle situazioni paradossali di cui l’anime è ricco.

 

Michael e Carlo (Seiji Komatsu e Kazuya Hatta): sono gli amici pasticcioni e un po’ maniaci di Johnny che spesso contribuiscono a metterlo nei guai, salvo poi dimostrare un lealtà a tutta prova quando si tratta di tirarlo fuori.
Sono innamorati senza speranza delle sorelle del protagonista.

 

 

Luigi (Master): in originale il nome di questo personaggio non è mai stato rivelato, si tratta del proprietario del bar dove si ritrovano sempre i protagonisti e che funge da altra location importante oltre alla scuola.
Sulla quarantina rappresenta una sorta di mentore che guida i ragazzi sulla difficile strada della maturità.

 

Altri personaggi.

Nonno e nonna: simpatica coppia di anziani esper un po’ svitati, quando Johnny li incontra di solito sono guai.

 

Renato (Yusaku Hino): compagno di scuola innamorato di Tinetta/Hikaru cercherà per tutta la serie di conquistarla screditando ai suoi occhi Johnny…..illuso!!

 

Kazuya (Kazuya Kasuga): assieme alla sorella Akane sono i cugini di Johnny, anche loro esper sono dotati di due poteri particolari; Kazuya è telepate e per questo metterà nei guai il cugino rivelando i suoi pensieri a Sabrina e Tinetta mentre Akane può assumere le sembianze di un’altra persona.
Se a questo aggiungiamo che ha gusti sessuali equivoci e si innamora di Madoka…..

 

 

Ercole (Jingoro): il gatto di casa Kasuga

 

Lucilla ed Aldo (Umao ed Ushiko): tormentone di parecchi episodi questa coppia di fidanzati spunta fuori dai posti più strani recitando dialoghi apparentemente senza senso, in realtà nella versione originale recitano i versi di Romeo e Giulietta (Umao, Umao perschè sei tu Umao... Ushiko, Ushiko perché sei tu Ushiko).

 


 

 entra in FORUMEMORIA
FORUMEMORIA - Il forum dei nostri ricordi

| Cibo e bevande | Cinema | Giochi | Libri, fumetti e riviste | Musica, hi-fi e strumenti |
| Pubblicità | Radio | Sport | Televisione | Trasporti | Varie | Links |

inizio pagina